080.840.6970 / 342.0331194
info@paolopetrone.it

Chirurgia della sinusite e della poliposi nasale: pronto un nuovo farmaco. Rivoluzione in otorino

Chirurgia della sinusite e della poliposi nasale: pronto un nuovo farmaco. Rivoluzione in otorino

nuovo farmaco poliposi nasale

BARI, GIUGNO 2020 – Ritardata la presentazione a causa del COVID-19, dovrebbe essere ancora breve l’attesa per l’immissione in commercio del Dupixent, nome commerciale del più noto dupilumab, un anticorpo monoclonale umano che sarà utilizzato per il trattamento della rinosinusite cronica con poliposi nasale (CRSwNP).

Questa malattia, particolarmente nota per i numerosi disturbi e la scarsa qualità di vita, necessita attualmente dell’utilizzo di corticosteroidi locali e sistemici e ripetuti interventi chirurgici di FESS (functional endoscopic sinus surgery). Nonostante questi interventi, però, a causa dell’infiammazione responsabile della malattia (reazione infiammatoria di tipo 2), la patologia si manifesta con ripetute recidive che richiedono ulteriori interventi e continuo utilizzo di steroidi orali, spesso con scarso beneficio.

L’utilizzo del Dupixent per la CRSwNP è stato approvato dall’EMA – Agenzia Europea del Farmaco, ad ottobre 2019. Il Dupilumab, in due studi di Fase 3 pubblicati sull’importantissima rivista scientifica Lancet (studio a 24 settimane SINUS-24 e studio a 52 settimane SINUS-52), è stato somministrato con dosaggio di 300 mg ogni due settimane assieme a corticosteroidi intranasali standard rispetto ad un farmaco placebo addizionato a corticosteroidi intranasali. Questo anticorpo innovativo ha mostrato un notevole miglioramento di segni e sintomi della rinosinusite cronica con poliposi nasale grave, eliminando la necessità di ulteriori interventi chirurgici o l’utilizzo di corticosteroidi sistemici in circa tre quarti dei pazienti.

Nel video qui di seguito, la cui presentazione nel corso del 107° Congresso Nazionale della Società Italiana di Otorinolaringoiatria e Chirurgia Cervico-Facciale a Milano da parte del dott. Paolo Petrone è stata rinviata a causa dell’emergenza COVID-19, viene illustrato il meccanismo di funzionamento del Dupilumab. L’anticorpo inibisce il signaling dell’interleuchina (IL) 4 e 13, fattori chiave nell’infiammazione di tipo 2, bloccando a monte la cascata dell’infiammazione responsabile della CRSwNP.

Nei pazienti adulti con CRSwNP grave, il Dupilumab è in grado di ridurre le dimensioni dei polipi nasali e la gravità dei sintomi sinusali, con un’ottima tolleranza nel paziente. L’introduzione di questo farmaco in rinologia ridurrà drasticamente il ricorso alla chirurgia per i pazienti affetti da CRSwNP, rappresentando una rivoluzione copernicana nell’ambito dell’otorinolaringoiatria.

Scheda tecnica del farmaco, rilasciata dall’EMA – Agenzia Europea del Farmaco.